libriIn questo post, vorrei affrontare insieme a te una discussione su un aspetto che è cruciale per la vendita dei libri.

Perché una persona acquista un libro? Quali sono le ragioni di questo valoroso gesto? ;-)

I misuratori del marketing, ossia quelli che tramutano il marketing in scienza e numeri, dai loro sondaggi e analisi, asseriscono che il 70/80 % delle vendite avvengono attraverso il passaparola.

Tuttavia, questo fantomatico passaparola, è un concetto che al suo interno racchiude un mondo molto variegato, i cui elementi costitutivi dipendono dai contenuti del libro, dalla tipologia del pubblico al quale il libro si rivolge e di come il piano di marketing librario è sviluppato.

Le 12 ragioni per cui le persone acquistano un libro, passaparola incluso

Le persone in ogni caso comprano i libri anche per i seguenti motivi (di cui alcuni convergono comunque nel complesso mondo del passaparola):

  1. perché necessitano delle informazioni riportate nel libro,
  2. per fare un regalo,
  3. perché sono fan dello scrittore in quanto personaggio famoso,
  4. perché hanno letto una recensione interessante,
  5. perché hanno visto il libro in classifica tra i più venduti,
  6. perché hanno scoperto la biografia dell’autore che ha tratti nei quali ci si immedesimano e/o contiene una storia che li ha incuriositi ed emozionato,
  7. perché seguono ciò che lo scrittore scrive online nel suo blog, nelle sue pagine di social network o nei giornali,
  8. perché hanno saputo che lo scrittore ha vinto un concorso letterario o ha ricevuto un premio,
  9. perché hanno assistito a un servizio interessante sull’autore nei media (ad esempio una intervista).

Ovviamente esistono altri motivi per i quali le persone comprano libri. Aiutami con un tuo commento sotto ad aggiungerli.

Ragioni-acquisto-libro

Diagramma schematico delle ragioni per cui una persona potrebbe acquistare un libro

In ogni caso, ciò che conta, da un punto di vista del marketing, è capire quali sono le abitudini del tuo lettore medio.

Le 6 domande che devi porti per evitare di fare marketing editoriale a vuoto

Quando hai scritto il tuo libro, anche in modo inconsapevole, in ogni pagina da te redatta, nella tua testa avevi in menti chi fosse il tuo lettore.
Prova ora a riassaporare questa sensazione. Immagina nuovamente il lettore al quale rivolgevi le tue pagine fresche di creazione. Immagina il suo viso, la sua età, la sua giornata tipo, i circoli sociali che frequenta, i siti internet che visita, i giornali che legge, la radio che ascolta, la tv che guarda e soprattutto i bisogni che ha. Ricorda sempre che l’economia, le vendite e il marketing si basano sui bisogni umani.

PASSO 1

Scriviti su un foglio chi è il tuo lettore medio.

PASSO 2

Definisci poi:

  • In che modo, il tuo lettore medio, potrebbe innescare il passaparola del tuo libro?
  • Su quali media, il tuo lettore medio, potrebbe incontrare notizie del tuo libro?
  • In quali eventi e incontri pubblici potrebbe essere utile che tu organizzi presentazioni per aumentare la probabilità di incontrare il maggior numero di tuoi lettori medi?
  • Il tuo libro a quali tipologie di persone potrebbe essere regalato?
  • Il tuo lettore medio, per aumentare la probabilità che inneschi il passaparola del tuo libro, dà importanza al fatto che tu vinca concorsi letterari?
  • Il materiale promozionale (brochure, biglietti da visita, banner per siti, poster, pubblicità di vario tipo) che lasci in giro negli spazi offline e online, è rivolto a persone che appartengono per abitudini al tuo lettore medio?

Queste domande servono per capire come sviluppare una promozione ottimizzata, che sia la più efficace possibile, realizzata con il minor lavoro possibile.

Ricorda poi che gli esseri umani vivono seguendo le abitudini.

Le vendite di libri non avvengono mai alla prima proposta, ma dopo varie proposte.

Il segreto del marketing editoriale è quindi:

  1. scovare le abitudini del potenziale lettore del libro e
  2. sviluppare il marketing all’interno degli spazi nei quali il lettore esercita le sue abitudini.

Esempio
Se il tuo lettore medio fosse un grande frequentatore dei social network (ad esempio hai scritto un libro dedicato a un pubblico giovanile), fai in modo di imperniare il tuo marketing sul passaparola attraverso i social network. Sii giornalmente presente sui social network con contenuti di qualità. Se il tuo lettore medio frequenta Facebook, sviluppa anche una campagna ottimizzata con Facebook Ads che punta alla pagina di vendita del tuo libro, in cui riporti in primis le recensioni importanti che hai ricevuto.

 

seth-godin Seth Godin ha detto che nel 2015 il 90% delle vendite negli USA avverrà attraverso il passaparola digitale

L’Italia, rispetto agli USA, è un altro paese. Il mercato editoriale in ogni nazione fa storia a sé. Tuttavia, la strada che stiamo tutti percorrendo è sicuramente quella di scambiarci, con sempre più frequenza, consigli di acquisto tramite internet (principalmente con email e social network).

Non mi dilungo che il tema del presente articolo è sicuramente vasto e complesso, ma il mio consiglio, affinché tu faccia più vendite, è di adattare il più possibile il marketing del tuo libro alle abitudini dei tuoi potenziali lettori.

Il segreto più grande del marketing editoriale

Per il resto, posso solo dirti che il marketing più potente del mondo è la qualità del tuo libro e soprattutto il potere che il libro stesso ha di emozionare i lettori.
Sono le emozioni che suscita un libro a fare in modo che le persone ne parlino ad altri.
Scrivi, quindi, un libro semplicemente meraviglioso, soddisfa oltremodo i bisogni del tuo lettore medio ed emozionalo in modo autentico, vedrai che il passaparola, come per magia, esploderà ;-).

Che ne pensi di questo articolo? Puoi aiutarmi, con un tuo commento, ad elencare altri motivi che spingono un lettore a comprare un libro?

Scrivimi sotto un tuo commento, ci tengo, sarò pronto a risponderti.

(home photo by flo21 on Flickr)

Scarica Gratis le Risorse

Inserisci solo la Tua Email principale e clicca su pulsante "Scarica Subito" per scaricarle in pochi secondi (mentre sono ancora disponibili)

Privacy UE

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This