Ispirato da un articolo sull’Huffingtonpost dello scorso anno di Mark Coker, fondatore di Smashwords (piattaforma di self publishing), che sostiene che nel 2020 il mercato del self publishing sarà la metà del mercato intero degli ebook, scrivo di getto questo articolo per condividere con te la presunta attendibilità di questa forte proiezione.

Mark Coker sta facendo il furbo?

Prima di asserire che Mark Coker non capisce un c…, ci penserei 2 volte perché Coker è uno dei massimi esperti mondiali di Self Publishing, insomma, è l’Antonio Tombolini degli States (Antonio batti un colpo se non ti piace questo accostamento :-))

Tuttavia, bisogna dire che Coker ha tutti gli interessi affinché il mercato del self publishing degli ebook cresca il più possibile essendo Coker, infatti, il presidente di una delle più grandi piattaforme online del mondo per l’auto-pubblicazione di ebook (non dimentichiamoci però, come fanno tanti autori che mi scrivono, che esiste anche il self publishing del libro cartaceo!) .

Sappiamo quindi come vanno le cose.

Se gli opinion leader iniziano a dire che il mercato sta andando in una direzione, è probabile che il mercato prenda “quella direzione” in modo più deciso rispetto a quanto altrimenti avrebbe fatto.

E’ noto che l’economia si fonda sulle aspettative, quindi, gente come Coker, Bezos o Tombolini, gente che ha visto anni prima ciò che sarebbe successo DOPO, conosce bene queste particolari leggi cui l’economia risponde.

Ok per per l’ebook col self publishing, ma rispetto al cartaceo?

Secondo me, l’aspetto al contorno su cui riflettere riguarda quanto gli ebook rispetto al libro cartaceo cresceranno nei prossimi anni.

Perché, supponendo che la metà degli ebook sarà tra 5 anni auto-pubblicata, e se, tra tutti i testi pubblicati, gli ebook saranno di gran lunga superiori ai testi cartacei, è chiaro che emergerebbe che il self publishing sarà così la forma di pubblicazione predominante nel mercato editoriale.

Tutto questo significa che:

Tu, che sceglierai ovviamente di auto-pubblicarti.

Nell’articolo che ho chiamato “Conviene il Self Publishing?” ho elencato i casi italiani recenti di successo con il self publishing e ho raccontanto come molti autori importanti, che hanno pubblicato con grossi editori, si siano “convertiti” al self publishing.

7 Motivi per cui i libri col Self Publishing saranno superiori a quelli pubblicati con Editore

Di seguito ti riporto i motivi per cui è fortemente probabile che nei prossimi anni il self publishing fagociterà una fetta enorme del mercato oggi appartenente agli editori classici.

1. Gli autori si stanno sempre di più rendendo conto dei vantaggi del self publishing.

Infatti avere la possibilità di gestire in autonomia il proprio progetto lettarario, decidere personalmente cosa modificare nel testo, avere margini di guadagno anche 10 volte superiori all’editoria classica, ricevere pagamenti puntuali, controllare le vendite in autonomia avendo la certezza dei numeri che si rilevano, pilotare le strategie dei prezzi in sinergia ad azioni di marketing specifiche e tanto altro, sta aprendo – meglio, spalancando – gli occhi a una valanga di scrittori.

2. La percezione delle persone oramai non fa distinzione tra un testo auto-pubblicato e uno pubblicato con editore

Ciò che spinge oggi una persona a comprare un libro è un’insieme di valutazioni che lei fa in base alle informazioni che ha ricevuto da terzi (il passaparola), agli argomenti trattati nel libro, alla biografia dell’autore, alla copertina, al prezzo… se poi questo libro è auto-pubblicato o no, le statistiche dimostrano che, nel processo di acquisto, rispetto ai fattori poc’anzi elencati, interessa molto meno.

3. Lo sviluppo della tecnologia e l’informatizzazione delle persone allontana gli autori dagli editori

Oramai pubblicare in autonomia un proprio libro, da un punto di vista tecnico è molto semplice. Averlo poi distribuito sui principali negozi online è un processo automatico che un self publisher può innescare con un semplice click. Quindi, una volta che un autore si rende conto che le barriere per pubblicare in autonomia sono così facilmente sormontabili, prima di affidarsi a un editore che gli eroderà totalmente i margini di guadagno sul venduto, ci starà molto, ma molto attento.

4. I libri cartacei si vendono sempre meno

Questa considerazione è scontata, vero? Non potevo comunque fare a meno di riportarla… oggi gli ebook costano meno, con i tablet, gli ereader puoi avere in tasca una biblioteca intera, puoi gestire in modo più intelligente, rapido e personalizzato tutte le opere che stai leggendo e che in futuro vorrai leggere.

5. L’editing, la formattazione, l’associazione ISBN, la gestione degli aspetti fiscali possono essere gestiti dall’autore

Supponiamo che un autore abbia la fortuna di affidarsi a un editore serio che curi in modo professionale l’editing del testo, la formattazione e la copertina. E’ chiaro che tutto ciò sarebbe proprio una bella cosa per l’autore. Tuttavia, i vantaggi specifici del self pusblishing non si avrebbero comunque e l’autore in ogni caso può esternalizzare l’editing, la creazione della copertina e la formattazione a costi molto bassi con freelance professionali e capaci (ad es. può selezionare questi professionisti su siti come Fiverr.com, Freelance.comOdesk.com). Inoltre, quanto fai self publishing, se sfrutti le giuste piattaforme, la creazione dell’ISBN è un processo automatico e gratuito.

6. La promozione in ogni caso dovrà essere gestita dall’autore

Oggigiorno, anche se pubblichi con un grosso editore, l’autore – chi più, chi meno – dovrà inevitabilmente farsi carico delle attività promozionali nel lungo termine. E’ chiaro che se un editore ti fa la pubblicità in prima pagina sul Corriere della Sera, ti fa intervistare in prima serata da Fabio Fazio e dalla Bignardi… magari ad averceli editori così! Però, nel lungo termine, se vuoi mantenere in vita il tuo libro, dovrai sempre proporlo e promuoverlo con costanza. Fino a una decina di anni fa questo compito per gli autori era veramente pesante. Oggi è diverso perché con i social network e il blogging, si possono percorrere strade facili, gratuite e potentissime per promuovere il tuo libro.

7. Le librerie tradizionali stanno scomparendo gradualmente

Purtroppo i piccoli librai stanno chiudendo, uno dietro l’altro. Scrivo purtroppo, perché io per primo sono un amante delle librerie di nicchia, quelle in cui chiedi il consiglio al libraio, che poi va a finire che ti appioppa un mattone che dopo 10 pagine ti fa venire l’acido gastrico…:-)  Resistono i megastore di libri e le vendite online stanno sempre di più aumentando.

Conclusione

Questo articolo non vuol essere l’apologia del self publishing, ma intende raccogliere un elenco di elementi oggettivi che delineano potenziali trend del futuro dell’editoria.

Gli editori possono ovviamente rispondere (e sarei felice se lo facessero) come commento a questo articolo dando le loro motivazioni per cui è opportuno che un autore di libri si affidi a un editore.

Il primo motivo è ovviamente quello che un editore può guidare, in base alla sua esperienza pluriennale, l’autore verso la creazione e la promozione dell’opera.

Tuttavia, rimangono aperti i temi di discussione (self publishing vs editoria) che ho trattato in questo articolo e che potrebbero essere elementi di negoziazione che l’autore potrebbe proporre all’eventuale editore.

Ci sarebbe poi da discutere per giorni interi sulla editoria a pagamento, ma ho voluto in questo articolo non addentrarmi in questo tema chilometrico… Mi interessava infatti focalizzarmi sul self publishing.

A completamento – ed eventuale rettifica – di quanto riportato in questo articolo, sarei felice di avere un tuo commento in basso esprimendo la tua opinione, per me preziosa. Ti aspetto qua sotto.

[divider style=”11″]

[button_1 text=”Scopri%20il%20Modo%20Migliore%20per%20Auto-Pubblicare%20il%20Tuo%20Libro” text_size=”15″ text_color=”#000000″ text_bold=”Y” text_letter_spacing=”0″ subtext_panel=”N” text_shadow_panel=”Y” text_shadow_vertical=”1″ text_shadow_horizontal=”0″ text_shadow_color=”#ffff00″ text_shadow_blur=”0″ styling_width=”16″ styling_height=”11″ styling_border_color=”#000000″ styling_border_size=”1″ styling_border_radius=”6″ styling_border_opacity=”100″ styling_shine=”Y” styling_gradient_start_color=”#ffff00″ styling_gradient_end_color=”#ffa035″ drop_shadow_panel=”Y” drop_shadow_vertical=”1″ drop_shadow_horizontal=”0″ drop_shadow_blur=”1″ drop_shadow_spread=”0″ drop_shadow_color=”#000000″ drop_shadow_opacity=”50″ inset_shadow_panel=”Y” inset_shadow_vertical=”0″ inset_shadow_horizontal=”0″ inset_shadow_blur=”0″ inset_shadow_spread=”1″ inset_shadow_color=”#ffff00″ inset_shadow_opacity=”50″ align=”center” href=”http://www.selfpublishingvincente.it/”/]

[divider style=”11″]

post-social-share

[social_sharing style=”horizontal” fb_like_url=”http://www.scrittorevincente.com/7-motivi-per-cui-i-libri-in-self-publishing-supereranno-quelli-con-editore/” fb_color=”light” fb_lang=”it_IT” fb_text=”like” fb_button_text=”Share” tw_lang=”it” tw_url=”http://www.scrittorevincente.com/7-motivi-per-cui-i-libri-in-self-publishing-supereranno-quelli-con-editore/” tw_name=”propema” tw_button_text=”Share” g_url=”http://www.scrittorevincente.com/7-motivi-per-cui-i-libri-in-self-publishing-supereranno-quelli-con-editore/” g_lang=”it” g_button_text=”Share” p_url=”http://www.scrittorevincente.com/7-motivi-per-cui-i-libri-in-self-publishing-supereranno-quelli-con-editore/” p_image_url=”http://www.scrittorevincente.com/wp-content/uploads/2015/04/self-publishing-di-libri-vs-editoria-600×300.jpg” p_description=”Ispirato%20da%20un%20articolo%20di%20Marc%20Coker%2C%20Properzi%20descrive%20i%20motivi%20per%20cui%20nei%20prossimi%20anni%20i%20libri%20in%20Self%20Publishing%20supereranno%20quelli%20con%20Editore.” linkedin_url=”http://www.scrittorevincente.com/7-motivi-per-cui-i-libri-in-self-publishing-supereranno-quelli-con-editore/” linkedin_lang=”it_IT” alignment=”center”]

Scarica Gratis le Risorse

Inserisci solo la Tua Email principale e clicca su pulsante "Scarica Subito" per scaricarle in pochi secondi (mentre sono ancora disponibili)

Privacy UE

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This