Properzi Intervista Alessandro Rampello che presenta il libro Cadaveri Misteriosi

Ciao a tutti e benvenuti a questa nuovissima intervista di Scrittore Vincente.

Per me è veramente un grande onore avere dall’altra parte il dottor Rampello.

Alessandro Rampello autore di un libro molto interessante: Cadaveri Misteriosi, tra le due particelle opposte di Dio, Padre Pio e Giordano Bruno.

Ciao Alessandro, dicci chi sei e di che cosa ti occupi, prima magari di parlare di Cadaveri Misteriosi.

Ciao a tutti e scusatemi perché non ero preparato, pensavo fosse una call fra noi, molto confidenziale e ristretta.

Mi presento, sono Alessandro Rampello, medico dentista, mi occupo di gnatologia, una branca un po’ particolare che a che fare con la mandibola, quando fa rumore, quando si blocca, e sono anche docente universitario.

Tra le tante cose ho scritto questo romanzo, in parte un po’ autobiografico, perché la figura principale e protagonista è un dentista esperto in esoterismo e simbologia magica.

Dentista, però, che fa anche il medico legale.

Viene chiamato perché sono stati trovati due cadaveri, due sindaci marchiati con dei segni strani.

C’è da dire che coinvolge due personaggi emblematici molto particolari, che sono appunto Padre Pio e Giordano Bruno, figure che vengono approfondite tirando fuori cose un po’ singolari su entrambi.

Cose vere e documentate da una grossa ricerca, e poca inventiva.

C’è un substrato di documenti veri che pochi conoscono, che ho studiato relativamente a questi due personaggi e ho imbastito la trama con delle logiche un po’ massoniche.

Il protagonista guarda caso si chiama Alessandro, come te. Alessandro Cassandra, dentista, criminologo, esperto di esoterismo e simbologia magica. La domanda che sto per farti Alessandro è: da un punto di vista narrativo come si legano queste figure di Padre Pio e Giordano Bruno con un thriller poliziesco? Quale formula hai utilizzato per unire queste tematiche apparentemente distanti?
Vengono trovati questi due cadaveri, che sono due sindaci, quello di Pietralcina e quello di Benevento. Pietralcina è il paese natale di Padre Pio, dove ho una casa, quindi conosco molto bene la zona e la storia di Padre Pio stesso, perché l’ho studiata. Questi due cadaveri hanno un singolare marchio sulla fronte, tutte e due sono insaccati, nello stesso modo, in sacchi particolari e nel pugno della mano, nel momento della dissezione anatomica, vengono trovati un santino di Padre Pio e delle lettere segrete. Altra caratteristica comune è che entrambi hanno un dispositivo gnatologico, un byte. Da qui si dipana la vicenda. Insieme ad una giornalista iniziano le indagini su tutte queste stranezze ed emerge che Padre Pio aveva avuto dei passati dei legami, molto importanti, con la massoneria. Ed è vero, è stato così, diversi massoni si sono convertiti al cristianesimo e hanno consegnato le tessere massoniche. Da qui nasce il sospetto che qualcuno abbia sottratto delle lettere particolari di Padre Pio, nelle quali confessava che le stigmate se le era autoindotte. Lettere che vengono poi pubblicate da una loggia che vuole far scoprire queste verità sul frate e da lì si dipana il legame con Giordano Bruno. Sono i seguaci di Giordano Bruno che tentano di rivendicare la figura del Bruno stessa, un po’ bistrattata, nei confronti di Padre Pio fatto invece santo.

Molto interessante.

L’altra domanda che voglio farti Alessandro è questa.

Come hanno reagito le persone a te vicine, con il tuo lavoro così autorevole, così importante, alla notizia che hai pubblicato un thriller poliziesco?

Qual è stata la reazione e soprattutto, quali sono state le testimonianze di chi ha letto la tua opera?

I pochi amici che lo hanno letto, a cui confidenzialmente e amichevolmente ho consegnato il libro, sono rimasti molto soddisfatti.

Non si aspettavano che potessi creare una logica del genere!

Quindi ho un riscontro molto positivo.

Conosco le persone con cui mi confronto e mi correlo, non sono ipocriti, e ho chiesto loro di essere estremamente sinceri, perché preferisco uno schiaffo, piuttosto che una carezza fatta per piacioneria o un complimento finto e falso.

Ho regalato il libro solo a patto di ricevere un’opinione sincera.

Il libro è piaciuto perché è una trama abbastanza insolita, non so se avvincente, questo dipende da chi legge, cosa, come e quanto legge, però è una trama molto interessante e ricca, questo sicuramente.

Spero di essere riuscito a dare la spinta alla lettura completa del libro.

Scopri come Pubblicare il Tuo Libro
Immagino, sempre in relazione alla tua vita e ai tuoi impegni, che tu non abbia sviluppato un grosso piano di marketing per la vendita.
Assolutamente no.
Primariamente hai badato a realizzare la tua passione, la scrittura. Ti sei dedicato a tante altre cose nella vita. Ti sei occupato anche di sport, di bicicletta, hai viaggiato tanto per lavoro e per piacere. Poi, ad un certo punto, hai capito che la scrittura magari poteva essere un’attività capace di portarti un altro tipo di soddisfazione e hai realizzato questo primo Thriller. Quello che effettivamente posso dire è che, commercialmente, il genere di questo libro ha un grande appeal. E, avendo pubblicato con Self Publishing Vincente, hai un’opera di cui detieni tutti i diritti, un’opera che puoi proporre, da un punto di vista del marketing, in tutti i modi possibili. Secondo me, una volta ottenute altre recensioni e testimonianze, questo libro può essere assolutamente promosso online, ottenendo maggiori risultati con le vendite. Però c’è sempre questo limite tra la passione e il raggiungimento di certi obiettivi, che comunque comporta un grande impegno. Come lo vedi questo equilibrio tra fare qualcosa per passione, come ad esempio scrivere un romanzo, e mirare poi a dei risultati di vendita, che necessitano di sforzi per niente banali?
Forse questo è proprio il mio limite. Sono molto creativo, molto bravo anche nella mia professione, ho diversi brevetti, però non sono un grande imprenditore perché quando devo fare il passo, il salto, per essere anche imprenditore, ho delle pecche. Altri forse avrebbero realizzato molto di più, sia con il romanzo, che con i brevetti interessanti e importanti che ho ottenuto, utilizzati da migliaia di colleghi, ma non sono ancora riuscito a fare questo salto. Quello che faccio, lo faccio con passione fine a se stessa, per dare forse un risultato ulteriore alle mie logiche. Dipingo e tanti amici mi hanno chiesto di vendergli un quadro, ma non sono capace, non lo vendo, lo tengo per me. Quindi non sono un grande venditore. Non per quanto riguarda il mero commercio o la logica di un rientro, ma proprio per la sistematizzazione di determinate logiche per essere imprenditore. Questo mi manca.
Credo sia una questione più che altro di equilibrio. Ognuno ha il proprio equilibrio, le proprie attitudini e c’è chi magari ricerca il risultato. Conosco degli autori che purtroppo, e dico purtroppo, sono ossessionati dalle vendite, cioè vanno a controllare ogni due, tre ore su quella benedetta dashboard, il cruscotto di controllo di Amazon, se ci sono state vendite, consumando veramente tante ore alla settimana.
Non so nemmeno quante copie siano state vendute ad oggi e nemmeno come fare a guardare, giuro.
Ecco i poli opposti: chi proprio non gliene importa niente e chi invece è ossessionato. È chiaro che una via di mezzo potrebbe essere una strada da seguire semplicemente perché, chi come te ha creato un’opera di questo tipo, ha creato del valore. Ritengo sia opportuno condividerlo e anche diffonderlo, fare in modo che quest’opera così originale con Padre Pio, Giordano Bruno, il thriller poliziesco di per sé già una bella triade, aggiungendoci anche la massoneria, faccia un poker molto potente. Spingerlo per promuoverlo è un consiglio Alessandro, con l’attività che svolgo, che mi preme ora darti, perché credo che dietro ci sia grande valore, grande creatività ed è un’opera che merita, viste anche le recensioni. Detto questo Alessandro dove possiamo trovarti? Immagino tu non abbia un sito web visto quello che ci stai dicendo, oppure ce l’hai?
Ho un sito web professionale, come medico dentista e ricercatore universitario.

Cadaveri Misteriosi, con la sua copertina intrigante, che ovviamente trovate su Amazon sia in versione cartacea, che ebook, un bel libro di 220 pagine, molto scorrevole, da acquistare per entrare in questo poker intrigante.

Alessandro grazie per il tuo tempo, ti mando un abbraccio e a presto.

Spero di incontrarti presto per capire meglio le eventuali possibili strategie, perché effettivamente può essere qualcosa di spendibile. Grazie e a presto!
Scopri come Pubblicare il Tuo Libro

Scarica Gratis le Risorse

Inserisci solo la Tua Email principale e clicca su pulsante "Scarica Subito" per scaricarle in pochi secondi (mentre sono ancora disponibili)

Privacy UE

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This