Articolo tratto dall’ebook “109 Segreti per Promuovere alla Grande il Tuo Libro

A prima vista non sembra che ci siano così grosse differenze. Sia il blog che il sito rappresentano dei “contenitori” di informazioni su di te e sul tuo libro che puoi usare per promuoverti. In entrambi i contenitori puoi inserire la tua biografia, spiegare di cosa parla il libro, le recensioni dei lettori e soprattutto degli opinion leader, che come ho già spiegato nell’articolo 2 sono i veicoli promozionali più potenti sul tuo sito.

Usando infatti gli strumenti di analisi delle parole chiave forniti da Google, la parola più ricercata da chi vuol comprare un libro (sia online che offline) è proprio “recensione”. Internet è ogni giorno di più lo strumento usato per definire il livello di reputazione di qualsiasi prodotto. Il segreto di ogni forma di marketing che funziona è quella di fornire in modo semplice e diretto alle persone che cercano qualcosa, quella precisa cosa che stanno cercando. Quindi le persone che cercheranno il tuo libro, vorranno conoscere subito delle recensioni attendibili appena approderanno sul tuo sito. E allora tu dagliele! metti in bella evidenza e facilmente accessibile una sezione nel tuo sito dedicata alle recensioni.

Quindi sia con il blog che con il sito potrai fornire al lettore quanto il lettore cerca. Tuttavia hai visto nei precedenti capitoli, in particolare quelli dedicati al Direct Marketing dei libri online, come le logiche nascoste di internet possano contenere dei veri e propri meccanismi magici, che se innescati con piccolissimi accorgimenti generano delle enormi differenze che puoi usare a tuo vantaggio.

Il mio consiglio per promuovere il tuo libro online è quello di adottare un blog anziché un sito.

Ti consiglio il blog perché innanzitutto è favorito rispetto a un “sito statico” dai motori di ricerca. Ciò significa che un blog che viene periodicamente aggiornato con post i cui titoli e contenuti presentano le parole di ricerca per cui il blog è costruito, riesce meglio di un sito a comparire nelle prime posizioni dei motori di ricerca. Quindi le persone che ti vogliono trovare, o meglio che vogliono trovare le recensioni del tuo libro, troveranno prima il tuo blog rispetto al tuo sito. Non riesco a priori a dirti quanto può valere questa differenza, ma, per come le logiche del web interagiscono e si manifestano, potrebbe plausibilmente consistere anche in migliaia di visite in più per il tuo blog rispetto al sito (ricordi l’esempio dell’incremento esponenziale di vendite del libro sulla coltivazione delle fragole apportando dei piccoli accorgimenti al tuo sistema di vendita online?)

Ti consiglio poi il blog perché, essendo tu uno scrittore o scrittrice (si presume), puoi esercitare la tua passione sul blog stesso e contemporaneamente mostrare al mondo intero quanto sei bravo a scrivere e quanti contenuti interessanti puoi condividere. Così mentre eserciti la tua attività preferita (scrivere), ti fai anche promozione online in modo automatico.

E’ indispensabile che l’autore apprenda come pubblicare contenuti online

Riporto a seguire uno spezzone del post che ho scritto per uno dei più importanti blog marketer Italiani (Francesco Gavello), intitolato: “I blog come strumenti per vendere più copie del tuo libro

Dalle interviste che ho fatto a scrittori di successo e dalle discussioni accese sul mio sito, oltre che dal trend tracciato in modo oggettivo dal mercato editoriale negli ultimi anni, emerge chiaramente come il blog stia diventando sempre più uno strumento di grande efficacia per promuovere libri e/o e-book di varia tipologia. Alla luce di questa nuova tendenza, sempre più scrittori seguono con crescente interesse i contenuti di blog come proprio questo di Gavello, dove sono continuamente pubblicati contenuti anche apparentemente troppo tecnici per chi si deve occupare principalmente di scrittura e non di ‘blogging avanzato’.

Tuttavia sono convinto che allo stesso modo in cui gli scrittori hanno abbandonato la macchina da scrivere e si sono informatizzati usando il pc per la stesura dei propri libri, ci sarà – e sta già manifestandosi con palesi casi reali – una fase inevitabile in cui gran parte degli scrittori evolveranno le proprie conoscenze nel web publishing. Tale acculturamento settoriale li porterà a conoscere i linguaggi che permettono di comprendere e applicare quanto esposto nei contenuti di siti come questo di Gavello. E quindi termini come feed RSS, CRM, CMS, Plugin, Widget e simili entreranno, in questa fase di informatizzazione di secondo livello, a far parte del lessico comune di chi scrive per vendere libri. Inoltre sempre più scrittori useranno i blog per esercitare la propria scrittura, ad esempio tra la pubblicazione di un libro e un altro.
Ciò gli permetterà di mantenere un contatto costante e una interazione costruttiva con i propri lettori, e quindi di promuovere i propri libri con strumenti nuovi e potenti a livello marketing.
Scrittori affermatissimi nel panorama nazionale come Insy Loan (autore per Rizzoli di ‘Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà’ che ho intervistato tempo fa) e Pulsatilla (autrice del best-seller ‘La ballata delle prugne secche’ e sceneggiatrice del film ‘Maschi contro femmine’) sono diventati tali grazie esclusivamente al precedente successo dei loro blog.
Gli scrittori useranno sempre di più i blog non soltanto perché questo è ‘un trend’, ma perché, a meno che non siano già scrittori affermati, non avranno molte altre alternative se ambiscono a vendere tante copie dei propri libri.

La scrittura in un blog segue regole diverse da quella di un libro

Certo esiste una differenza tra la scrittura sul blog e quella di un libro che devi conoscere. Nell’articolo 17 spiego alcuni aspetti che devono caratterizzare un “post vincente” in accordo a dei consigli che ho ricevuto da Gavello. Un “post vincente”, oltre che essere originale, interessante deve essere UTILE e deve generare INTERAZIONE con i lettori. E’ un aspetto che devi tenere sempre in grande considerazione: ascolta i tuoi lettori, rispondi ai commenti e genera discussioni costruttive nel tuo blog che ciò ti garantirà sicuramente crescita nel web.

[button_2 color=”orange” align=”center” href=”http://www.librovincente.it/sito-web-scrittori/”]Vuoi un SuperSito Web per Scrittori?[/button_2]

Tre delle 13 domande che ho fatto a Francesco Gavello

Come ho già fatto per Alessandro Sportelli (riferimento italiano per il marketing su Facebook) ho anche intervistato Francesco Gavello (riferimento italiano per il blog marketing), ponendogli le solite 13 domande sulla promozione libraria. L’intervista intera sarà pubblicata su ScrittoreVincente prima dell’estate (dalla newsletter saprai in tempo reale quando la pubblicherò). Nel frattempo in anteprima ti riporto in questo ebook la risposte che Gavello mi ha dato alle domande 2, 3 e 4.
2) Francesco: quali sono dal tuo punto di vista le principali differenze tra la scrittura su un blog e quella di un romanzo?

A differenza dello scrivere per un romanzo, credo che la scrittura su un blog sia spesso “in divenire”. Nel senso che il contenuto, una volta fissato (ma non è la parola giusta) in un articolo, si trovi solo al suo primo step. Commenti, citazioni su altri blog, scambi di e-mail modificano il contenuto stesso sino a rendere il messaggio originale solo una delle tante sfumature che è possibile percepire.
Spesso è questo proprio ciò che si cerca: lasciare in sospeso e permettere al lettore di completare ciò che manca. Alimentare la generazione delle sfumature possibili per creare valore aggiunto proprio dall’interazione che con il proprio contenuto avviene.

3) Immagina di non aver mai creato un blog, sai però scrivere bene, sai usare un programma per email, sai come si naviga sul web e si è presenti sui social network: quanto lavoro richiedi sia necessario per acquisire tutte le conoscenze (tecniche e comunicative) per scrivere su un blog in maniera efficace?

Il succo credo stia in quel “sai però scrivere bene”. È la cosa più difficile. Gli strumenti cambiano ed evolvono, i social network nascono e muoiono e la capacità di stabilire solide relazioni online si può imparare dopotutto con un po’ di applicazione.
La cosa più difficile è invece imparare a scrivere bene.
Riconoscere l’importanza di un discorso che fili liscio come l’olio. Conoscere, almeno, le regole di base per capire come e quando (e se) forzarle, ignorarle o potenziarle affinché lavorino efficacemente sul web.
Non è troppo difficile imparare a scrivere per il web se già si sa scrivere bene per altri ambiti. È molto difficile, invece, imparare a scrivere bene partendo dall’assunto che solo perché si gestisce un blog si sia già imparato tutto il necessario.

4) Sono sempre più numerosi i casi di blogger di successo che hanno poi scritto libri che hanno venduto molto. Tu che sei un blogger molto seguito, motivandomi la tua scelta, hai intenzione di scrivere un libro basato sui contenuti del tuo blog?

Sarebbe uno scenario interessante ma no, per ora non ho intenzione di tentare questa strada.
Diciamo che un libro basato sui contenuti del mio blog, che a sua volta si occupa di raccontare dinamiche del web marketing o di proporre strategie e punti di riflessione sarebbe qualcosa di estremamente teorico. Inoltre, dovendo venire fruito lontano dal monitor dovrebbe fornire tutte le “sovrastrutture” e i retroscena necessari a rendere comprensibili concetti e sfumature che sulle pagine di un browser sarebbero invece di immediata comprensione.
Si tratterebbe, lo ripeto, un interessante esperimento che ricadrebbe più nelle disamine di tipo teorico rispetto alle tante “guide pratiche in n-step”.

Se vuoi leggere il resto dell’articolo che è contentuto nel mio ebook sulla promozione, ti consiglio di scaricarlo ora mentre è ancora disponibile da questo link:

http://www.scrittorevincente.com/109Segreti.html

E tu che ne pensi, sei d’accordo con me che è meglio un blog di un sito per promuovere il tuo libro?

[button_2 color=”orange” align=”center” href=”http://www.librovincente.it/sito-web-scrittori/”]Vuoi un SuperSito Web per Scrittori?[/button_2]

(home photo by rcade on Flickr)

Scarica Gratis le Risorse

Inserisci solo la Tua Email principale e clicca su pulsante "Scarica Subito" per scaricarle in pochi secondi (mentre sono ancora disponibili)

Privacy UE

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This