Vorrei ora ragionare con te sulle motivazioni per le quali non hai venduto il tuo libro come ti saresti auspicato, o meglio, come avresti sognato. E’ molto probabile ad esempio che il tuo libro non presenti contenuti ‘interessanti’ e originali, ma se ciò non fosse andiamo avanti nella discussione in questo post.

Fintanto che cominci a ragionare e nella tua testa iniziano a formarsi delle immagini di migliaia di libri, di quintali di volumi ammassati sugli scaffali e il tuo libro è lì, sommerso da macigni cartacei, impaurito, fragile e senza la minima possibilità di difendersi in mezzo a un marasma così incontrollabile, ti annuncio che entro la fine di questo anno pubblicherò di mia firma degli articoli imperniati sul tema della promozione libraria su:

StoriaContinua.com (Blog sulla scrittura creativa, editoria digitale e recensioni)

FrancescoGavello.it (uno dei Blog più seguiti in italia per chi ricerca risorse e informazioni utili per il blogging)

BottegadeiLibri.blogspot.com (vetrina per autori esordienti)

Inoltre, sotto l’egida di ScrittoreVincente.com, domenica 12 dicembre ore 18:00 Marco Apolloni autore de Il Circolo dei Nichilisti presenterà Emanuele Properzi e il suo romanzo Apologia del piano B e domenica 19 dicembre alla stessa ora, a ruoli invertiti, ci sarà la presentazione del libro di Apolloni. Ah… dove? Al BonCafè, bar sito in via Umberto I 362 a Porto Sant’Elpidio.

presentazione libro properzi a apolloni

Spero però che nel frattempo questi miei annunci non ti abbiano fatto perdere la concentrazione sulla domanda che funge da titolo al presente post. In ogni caso fai subito a focalizzarti di nuovo su quella immagine: il tuo libro, la tanto amata opera che ti ha fatto sudare e sognare, immersa tra migliaia di testi che la rendono pressoché invisibile. Tolti qualche amico/conoscente/familiare/simpatizzante, è altamente probabile che nessun altro leggerà la tua opera.

Fondamentalmente gran parte degli scrittori in Italia sono persone che cavalcano con costanza un’illusione che dura fino a un certo punto. Superato questo punto, l’illusione diventa frustrazione.

Ecco cosa penso, e perché forse sono anche così criticato (vedi ad esempio gli insulti che mi ha rivolto Ferracuti): penso che, in uno scenario così piatto e tristemente omologante, se tutti gli scrittori che hanno buoni contenuti da proporre, continuano a fare le stesse inefficaci e causali azioni per promuoversi otterranno gli stessi risultati di sempre.

Per ottenere Nuovi Risultati è indispensabile compiere Nuove Azioni.

E’ questo che penso. Criticatemi pure, tuttavia io sono fortemente convinto della mia asserzione. E ciò non vuol dire che deve essere il contenuto a farne le spese. No, il contenuto è lì, su ciò che scrivi, è la tua energia, il tuo pensiero, i tuoi sforzi che sono finalmente stampati su carta e/o su un e-book. Ciò che penso è che questi contenuti, se vuoi che siano in qualche maniera diffusi concretamente, devi tu in prima persona promuoverli, con un metodo idoneo, perché altrimenti continueresti ad essere l’ennesimo punto che compone la linea piatta di un orizzonte immoto. Penso che bisogna fare qualcosa di diverso dagli altri se non si vuol raggiungere gli stessi deludenti risultati degli altri.

I problemi non possono essere risolti allo stesso livello di pensiero che li ha generati

Albert Einstein

Su ScrittoreVincente.com, che ha generato in un paio di mesi una vera community di scrittori, emerge già una realtà nella quale è indispensabile che lo scrittore/scrittrice abbia un minimo di formazione e di strumenti gestionali per cercare di promuovere efficacemente il proprio testo.

Ad esempio Alessandro mi chiede come incrementare le vendite del suo libro, in quanto non conosce le nuove tecnologie e si reputa ad esempio, per via dell’età, ‘fuori luogo’ in un contesto sociale virtuale qual è Facebook.

Rosa mi domanda quali sono le azioni basilari che deve compiere uno scrittore esordiente per pubblicare un libro.

Kristalia richiede informazioni specifiche sulle agenzie letterarie e sulla loro eventuale serietà ed efficacia per lanciare un libro. Le ho promesso che a breve scriverò un articolo in merito, e così farò ad anno nuovo.

Simone mi chiede quante copie deve vendere un libro di un esordiente affinché tale caso editoriale possa essere classificato come un ‘esordio di successo’.

Simona, grande descrittrice dell’universo femminile, si lamenta per via del numero esiguo di persone che presenziano a presentazioni di libri.

Manuela vuol sapere qual è il ruolo dell’e-book nella fase di lancio di un libro.

Michele si chiede qual è il limite oltre il quale si deve continuare a spendere energie per promuovere la propria opera che sembra plausibilmente giunta alla fine del suo ciclo di vendite.

Carolina stabilisce un vincolo imprescindibile nella pubblicazione di un libro come il non rivolgersi all’editoria a pagamento.

Daniela condanna la ‘globalizzazione del mercato librario’ per la quale i colossi come Feltrinelli fagocitano le piccole librerie che solitamente sono le uniche che possono promuovere opere di autori poco conosciuti.

Adriana è quasi come frenata nell’affrontare con la sua opera il mondo editoriale, è lì che sogna ma non osa, forse perché non conosce le fauci del mostro che sta per sfidare.

E poi c’è Maria Grazia che forse dà maggior peso al potere terapeutico della scrittura piuttosto che alla possibilità di condividere il suo testo con il maggior numero di lettori possibile… e così via con tanti altri esempi che potete consultare nei commenti degli articoli di ScrittoreVincente.com.

Ora, dopo aver analizzato l’immagine sottostante (se non riesci a visualizzarla bene clicca su questo link per visualizzarla alla massima risoluzione) che riporta una panoramica sulle tecniche promozionali adottabili autonomamente da uno scrittore, ti chiedo cortesemente di lasciare un tuo commento su questo articolo per dirmi qual è stato secondo te il motivo per cui la tua opera non ha venduto quanto sperassi. Cercheremo così di affrontare insieme il tuo caso, supportando la nostra analisi anche grazie a scrittori che ce l’hanno fatta e che collaborano al mio sito e agli studi che sto portando avanti da quasi due anni.

Aspetto un tuo commento allora ;-)

Mappa mentale tecniche promozionali di scrittorevincente.com marketing e trucchi per promuovere il tuo libro

(home photo by Chalky Lives on Flickr)

Scarica Gratis le Risorse

Inserisci solo la Tua Email principale e clicca su pulsante "Scarica Subito" per scaricarle in pochi secondi (mentre sono ancora disponibili)

Privacy UE

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This